L’abbattimento di alberi all’interno di un’area privata rappresenta un’operazione abbastanza complessa (soprattutto nei casi in cui parliamo di grossi alberi) e non immediata.

Anche se all’interno di una proprietà privata, gli alberi vengono considerati un vero e proprio patrimonio della collettività e, in quanto tali, sono salvaguardati a tutela dell’ambiente.

Nonostante questo, può capitare che, per svariate ragioni, ci si trovi costretti a dover procedere con l’abbattimento di grossi alberi. 

Ecco, dunque, che può essere molto utile approfondire la questione e conoscere il corretto iter da seguire per procedere con l’abbattimento degli alberi in totale sicurezza e nel rispetto delle regole.

Ma prima, facciamo un passo indietro ed esaminiamo insieme i casi in cui, solitamente, si abbattono degli alberi.

 

Abbattimento alberi cooperativa oikos

Quando si può abbattere un albero

Quali sono le ragioni che spingono il proprietario di un’abitazione a intervenire sulla manutenzione del suo giardino con l’abbattimento di grossi alberi?

Vediamone alcune insieme:

  • L’albero è ormai morto;
  • L’albero è affetto da una malattia irreversibile che non può essere risolta da alcun tipo di trattamento;
  • Si verifica un’espansione incontrollata delle radici che rischiano di danneggiare l’abitazione o eventuali tubature nel sottosuolo;
  • L’albero non è più stabile e c’è il rischio che possa cadere provocando danni a persone o cose.

Queste sono solo alcune delle motivazioni, le principali e più diffuse, che possono motivare la richiesta di abbattimento di grossi alberi in un’area privata.

Esatto, la richiesta. Perché per abbattere un albero di una certa dimensione, e di una certa tipologia, è necessario fare richista agli organi competenti e ottenere un permesso. 

Come fare? Continua la lettura per tutte le informazioni utili!

 

Abbattimento di alberi su un suolo privato. Come procedere?

Quali sono, dunque, i casi in cui è necessario effettuare una richiesta di abbattimento di un albero pericoloso?

Per prima cosa, dobbiamo considerare la tipologia e la specie di albero.

Inoltre, bisogna tener conto delle dimensioni e, più in generale, di eventuali vincoli paesaggistici a cui è sottoposta l’area interessata. Anche nel caso in cui si tratti di un’area privata.

Bisogna, tuttavia, precisare che le varie disposizioni possono variare da comune a comune. Dunque, consigliamo sempre di verificare online o presso gli uffici comunali – ad esempio l’ufficio ambiente – l’esistenza di regolamenti specifici in merito. In questa sede, possono essere richieste maggiori informazioni anche sulla potatura di alberi e arbusti.

In linea generale, una volta presentata la richiesta di abbattimento di un albero pericoloso, il comune ha circa 30 giorni di tempo per esaminare la documentazione e fornire una risposta.

Può capitare, inoltre, che si renda necessario un sopralluogo da parte di personale tecnico per verificare la pericolosità e/o lo stato di salute dell’albero.

Una volta ottenuti i permessi è possibile procedere con l’abbattimento.

Mi raccomando, presta molta attenzione alle questioni burocratiche perché puoi rischiare sanzioni parecchio salate e, al tempo stesso, essere costretto a piantare nuovamente altri alberi.

 

Potatura di alberi ad alto fusto: cose da sapere e strumenti ideali da usare!

Non solo abbattimento.

Anche la potatura è un’operazione necessaria per mantenere un albero in perfetta salute. Ma, al tempo stesso, è un’operazione da non sottovalutare.

Vediamo, dunque, alcune pratiche indicazioni per la potatura di grossi alberi ad alto fusto.

Come prima cosa, analizza la posizione dell’albero per verificare che sia ben lontano da pericoli, strade, cavi elettrici, abitazioni, automobili etc. Qualora l’albero fosse nelle vicinanze, è necessario prendere tutte le precauzioni del caso.

Successivamente, è fondamentale considerare l’orientamento di tronco e rami, inclinazione del terreno e la direzione del vento per poter capire la direzione nella quale cadrà l’albero in seguito all’abbattimento o alla potatura dei rami.

Arriviamo ora alla fase di potatura vera e propria.

In base alle dimensioni dell’albero è opportuno scegliere la tecnica giusta.

È importante tagliare solo rami completi ed evitare i tagli a metà per ottenere un risultato il più regolare e uniforme possibile che garantisca all’albero una crescita sana.

Per primi vanno potati i rami secchi o danneggiati, poi si passa a quelli orientati verso il centro della pianta e, via via, tutto il resto. Se il ramo è molto grande, consigliamo prima di accorciarlo pian piano e, infine, tagliarlo definitivamente alla base.

Quanto agli strumenti da utilizzare, suggeriamo di usare attrezzi di qualità per rendere il lavoro più performante e sicuro: forbici, cesoie, seghetto, e per i rami più alti, i troncarami e lo svettatoio.

 

Quanto costa abbattere un albero? E perché affidarsi a una cooperativa specializzata.

Come prima cosa, sottolineiamo che non esistono cifre ben definite.

In linea generale, l’attività non ha costi elevati e si attesta intorno alle poche centinaia di euro.

Tuttavia, il modo migliore di procedere è quello di richiedere un preventivo ad aziende specializzate nella gestione del verde e nell’abbattimento di grossi alberi in un’area privata o pubblica. 

L’operazione, infatti, è abbastanza complessa e pericolosa. Meglio quindi rivolgersi a professionisti competenti e dalla grande esperienza.

Il team OIKOS è specializzato nella gestione delle aree verdi e in attività di potatura/abbattimento di grandi alberi.

Offriamo un servizio di manutenzione di giardini privati, occupandoci di tutte le fasi di lavoro, grazie a professionisti qualificati.

Gestiamo sia manutenzione ordinaria sia straordinaria, in estrema sicurezza, rispettando l’ambiente.

Contattaci per un preventivo! 

Condividi su:

Articoli correlati

Scopri tutte le news