La cooperativa sociale come strumento di riqualificazione per le persone.

Dal 2000 la cooperativa sociale Oikos, offre inserimenti di lavoro a persone fragili e svantaggiate. Si parla poco delle persone che vivono in una situazione di disagio sociale, economico e familiare. Questi individui hanno il diritto di riscattarsi come esseri umani. In quanto cooperativa sociale, il nostro fine ultimo è quello di riqualificare le loro vite, attraverso la responsabilizzazione e il raggiungimento di obiettivi personali e lavorativi. Per le aziende spesso l’inserimento di persone disabili è un problema e soprattutto un peso. I datori di lavoro che occupano più di 14 dipendenti infatti, devono riservare una quota variabile di posti di lavoro in favore di soggetti svantaggiati. Il rispetto di tale adempimento deve avvenire a livello nazionale e sono possibili compensazioni territoriali o fra imprese di uno stesso gruppo. Noi in quanto cooperativa sociale di tipo B, aiutiamo le aziende a procedere con le assunzioni mirate. Il nostro obiettivo non è solo quello di risolvere un problema aziendale, ma fondamentale è educare. Educare significa far comprendere che il mondo della disabilità non è un mondo di cui avere paura, ma un ambiente ricco di potenzialità e creatività. Molto spesso, a distanza di tempo, sono proprio i datori di lavoro che ci ringraziando di aver arricchito la propria azienda con queste persone speciali, che nella maggior parte dei casi mettono anima e corpo in ciò che fanno. Ciò che è diverso, molto spesso ci consente di esplorare parti di noi che altrimenti rimarrebbero nascoste. Il segreto è che nessuno è “normale”, ma siamo tutti “diversi” e unici.

 

    Condividi su:

    Articoli correlati

    Scopri tutte le news